FIRENZE: Brixia straripante domina ancora la scena

17° GRANDE SCUDETTO !!!

Gruppo eccezionale con una super Giorgia in più

| di Folco Donati

Non è stata solo una vittoria, è stato un trionfo. La Brixia ieri sera ha conquistato a Firenze il suo 17° scudetto, il sesto consecutivo. Ininterrottamente da 18 gare di fila la corazzata bresciana sale sul gradino più alto del podio e ieri, la sua capitana, Giorgia Villa, con punti 57.750, ha collezionato il punteggio più alto mai realizzato in Italia con questo Codice dei Punteggi. Numeri che altro non solo che la testimonianza che questa squadra è una delle più forti di sempre reggendo alla grande il confronto con quelle precedenti che hanno fatto la storia della ginnastica artistica italiana.

In un “Mandela Forum” gremito da non meno di 5000 spettatori la Brixia ha incantato con le sue “fate”. Giorgia Villa è stata eccezionale su tutti e quattro gli attrezzi del programma, ottenendo in ben due occasioni punteggi superiori ai 15 punti: 15.050 al volteggio e 15.250 alle parallele asimmetriche.

“Sono felicissima anche perché ai Europei non è che ho brillato – spiega Giorgia Villa -. Purtroppo non ero al top della forma, che invece qui sulle pedane di Firenze ho in parte migliorato. Sono felice per me, ma lo sono soprattutto per la mia squadra e la mia società. Un successo che non era certo in discussione, ma vincere con questi distacchi è sinonimo di grande forza e compattezza. E’ bello salire sul gradino più alto del podio assieme alle compagne con cui condividi ogni giorno gli allenamenti”.

Bravissima anche la medaglia degli ultimi europei di Stettino, Alice D'Amato, che si confermata fra gli staggi interprete di livello assoluto (15.050). Non ha certo sfigurato neppure la gemella Asia, regolarissima su ogni attrezzo. Elisa Iorio, tenuta precauzionalmente a riposo in un paio di attrezzi per un leggero problema ad un piede ha dato l’ennesima riprova delle sue qualità in modo particolare alle parallele asimmetriche che sono state di livello assoluto. Angela Andreoli, dodicenne di San Polo, ha confermato le sue grandi doti, eseguendo un ottimo volteggio, una trave ed un corpo libero di grandissima solidità. La miglior Junior del panorama nazionale, troppo giovane per poter prendere parte ai campionati del mondo che si svolgeranno fra qualche settimana, ha incantato per bravura, determinazione e efficacia, doti non sempre riscontrabile in una ragazzina che non arriva al metro e trenta centimetri di altezza e che è nata nel 2006, l’anno in cui la sua compagna di squadra, Vanessa Ferrari diventava campionessa del mondo.

Volteggio

Parallele

Trave

Corpo Libero

Alle spalle dello squadrone bresciano, staccate di ben 13 punti, sono giunte le ginnaste giuliane dell’Artistica ’81 di Trieste, capitanate dall’olimpionica Federica Macrì che ieri sera, a ventinove anni (coetanea di Vanessa Ferrari), ha annunciato il ritiro dalle competizioni e che ha utilizzato Alessia Federici che si allena presso l'Accademia Internazionale di Brescia. Sul terzo gradino del podio è salita la squadra laziale della Ginnastica Civitavecchia e questo è stato anche l’ordine definitivo della classifica del campionato nazionale di serie A 2019.

Enrico Casella

“Non è facile mantenere la concentrazione quando sai di avere già vinto. Invece le nostre ragazze non solo sono riuscite a stare sul pezzo, ma hanno disputato una gara con i fiocchi. Sono molto, molto soddisfatto di questa gara. Adesso avanti così perchè la stagione entra nel suo momento cruciale e terminerà solo ad inizio ottobre quando saremo impegnati nei Campionati del Mondo di Stoccarda, quelli qualificanti per i Giochi Olimpici di Tokyo”.